microstimolazione dei punti riflessi

La riflessologia plantare, è anch'essa una terapia olistica, che si basa sul principio che ogni aspetto della vita dell'individuo, influenza sul benessere e sulla salute della persona. Con l'intento di operare un riequilibrio all'interno dell'organismo al fine di stimolare le sue capacità di auto guarigione.

È una tecnica di massaggio o meglio di microstimolazione di determinati punti della pianta dei piedi, o delle mani, dove si trovano riflessi tutti gli organi, le ghiandole e le parti del nostro corpo. Prende spunto dall'antica medicina Cinese e si basa sui concetti di riflessologia energetica. La sua efficacia a livello scientifico non è stata completamente dimostrata, ma diversi studi la ritengono adatta a determinate patologie, migliorandone il quadro sintomatologico.

Viene applicata, attraverso il massaggio riflessologico, ottenendo l'effetto di influire sull'organo stimolato, o sistema, corrispondente al riflesso praticato. Per il tramite di una pressione digitale in profondità, della durata variabile dai cinque ai venti secondi, seguita in alternanza da un massaggio rilassante circolatorio.

In termini più scientifici si può definire che ogni piccola parte della zona plantare è messa in comunicazione in forma neurologica, per il tramite della colonna vertebrale, che la mette in connessione con l'organo citato. Per cui ogni stimolazione impressa ai punti nella pianta dei piedi, o delle mani, andrà a sua volta a riflettersi, con stimoli positivi o negativi, sull'organo interessato.

Ognuna di queste aree plantari, può essere stimolata sia singolarmente, se vogliamo interagire con un solo organo, sia contemporaneamente ad altre zone. Secondo il principio dell'insieme riflesso, e cioè di un insieme di zone che trattate contemporaneamente creano una specifica azione di riequilibrio energetico e di miglioramento di determinate funzioni.

È una terapia che può intervenire nei casi in cui l'individuo presenta disturbi negli organi riflessi, in particolare: per stati d'ansia, asma, mal di testa, insonnia, sindrome indotta dallo stress, irritabilità e cattivo umore, disfunzioni dell'apparato intestinale, mal d'orecchi.

La riflessologia plantare non va praticata nei casi di: problemi cardiocircolatori, diabete, epilessia, problemi alla tiroide, presenza di funghi, ulcere e eczemi ai piedi o alle mani.

Questa terapia non è solo per gli adulti; può essere praticata anche ai bambini, tenendo conto della loro sensibilità al dolore; ricordiamo che quest'ultimo è molto lieve ed è dovuto solamente all'effetto digito-pressorio. Spetta al terapeuta adeguare la terapia in modo che resti piacevole.

 
per maggiori approfondamenti e consigli,  contattaci