riequilibrare l'organismo tramite l'energia ...

La pranoterapia è una disciplina di origini Indiane, legata alla medicina alternativa o olistica, la quale sfrutta l'energia manuale, detta per l'appunto "prana" dal terapeuta, verso l'individuo, tramite l'imposizione delle mani sui punti che devono essere curati. Si tratta in sostanza di riequilibrare attraverso questo fluido energetico le parti che presentano alterazioni.

Da non confondere con la pratica del Reiki, il quale interagisce con altre metodologie.

Non si tratta di pratiche o discipline occulte come spesso sentiamo mormorare. Il pranoterapeuta deve possedere questa forza energetica, la quale non si può acquisirla tramite un corso; semmai tramite studi specifici si apprende come utilizzarla e come valorizzarla. È una energia che il terapeuta possiede, vuoi in forma naturale, vuoi perché trasmessa o acquisita nel corso della vita. Non vogliamo parlare di energia proveniente dall'universo (come è il caso della pratica del Reiki), in quanto tale, perché questo potrebbe creare ulteriore confusione. In sostanza il "prana" è una sorta di "calore" con poteri taumaturgici, che il pranoterapeuta trasmette all'individuo tramite le proprie mani, riattivando le funzionalità cellulari degli organismi.

Questa energia terapeutica, riesce ad equilibrare corpo e mente, andando a colmare i deficit energetici che si accumulano negli organi del nostro corpo, e che sono i responsabili dell'insorgere di parecchie malattie o disfunzioni.

La pranoterapia non cura stati gravi o malattie croniche o degenerative, ma rinforza l'organismo in modo tale da essere in grado di affrontarle; inoltre può intervenire negli stati psicosomatici, può alleviare gli stati di ansia, stress e depressione, negli stati di tensione, mal di testa, come pure nel rilassamento indotto per favorire l'apprendimento.

Sotto il profilo scientifico questa "energia" non è stata convalidata dal mondo accademico, in quanto si fonda su basi filosofiche ed è pertanto al di fuori da indagini scientifiche.

Per le persone scettiche, consigliamo di provare a sottoporsi ad un serie di sedute. Presso un pranoterapeuta qualificato. Difficilmente potranno dire, in assoluta sincerità, che la loro condizione non ha riscontrato dei miglioramenti.

La pranoterapia non comporta alcuna controindicazione. È una terapia che tutti possono intraprendere, viene praticata con successo anche sui bambini e giovani, senza problemi.

 
per maggiori approfondamenti e consigli,  contattaci